< < > >

Ero sparita per un po’.

Ho dovuto nascondere un po’ questa edera, ma non funziona diciamo, si torna sempre alle origini.

Dopo aver passato circa 4 mesi in cui ero ubriaca marcia minimo una volta ogni due settimane (ma erano proprio una lunga attesa, due settimane), sono tre mesi e mezzo che non bevo fino a sboccare.

Ora, diciamo che è un bene, questo si, un po’ mi sento rinata, ma a volte (tipo ora) mi viene davvero una voglia estrema di annegare nell’alcol senza pensieri. Secondo me non è proprio il fatto di “bere alcol”, bensì una metafora. Infatti quando sono ubriaca di solito non ho problemi, perché è sabato sera e fottesega del mondo, proprio zero preoccupazioni. Quindi è di questo che ho bisogno, per una sera.

Ma anche l’alcol non mi darebbe fastidio.

Aprile 18th | reblog

E mentre mi schiacciano solo da un lato verso il muro, sale la mia voglia di implodere e tornare a fare schiocchezze adolescenziali, come per esempio mi passa lo schifo che ho iniziato a provare per i superalcolici (ebbene sì, forse ne ho fatto troppo abuso).

Che poi rovinerebbe solo ulteriormente la mia situazione, ma ho quella voglia immensa di bere fino a vomitare.

Aprile 18th | reblog

È tempo di moderarsi.

Oggi mi hanno minacciata di buttarmi fuori dal gruppo se berrò da finire quasi in coma etilico un’altra volta. E non posso.

Gennaio 3rd | reblog

Buon anno a tutti, passo alla droga.

Come ho concluso il 2013 e iniziato il 2014.

Ho dormito sul pavimento del bagno perché non riuscivo ad alzarmi.

Ho rischiato davvero di finire in coma etilico, perché anche se ero ubriachissima continuavo a ingurgitare alcolici, cosa che non facevo prima.

Ho telefonato al fatidico chitarrista che mi chiamava “amore” e diceva che era sperduto in Veneto da qualche parte e che fra due ore sarebbe venuto da me. Ma era sbronzo e per fortuna non si è messo in macchina.

Ho telefonato alla rockstar per chiedere se avevano la macchina di andare a prendere un mio amico.

Il gruppo stava per sciogliersi perché
il batterista non voleva vederci così, credo.

Per vomitare mi hanno dato un sacco di carta, quindi cosa fa un sacco di carta quando ci entra del vomito? Si rompe.

E questa è solo una piccolissima parte.

Gennaio 1st with 1 nota | reblog

Non voglio vomitare quei vermi, voglio trasformarli in farfalle. Tramutano molto in fretta. Passano da una cosa all’altra, perdo troppe volte il controllo.

Dicembre 29th | reblog

Divago drogata nel mare in tempesta.

Dov’è la spiaggia? Riconosco queste acque, ci sono già stata. Le ho già assaporate. Riconosco questo suono. Riconosco questo vento, questa notte, questa oscurità. Riconosco quella verso cui vado incontro.

Ricordo a memoria quel profumo, quei capelli, quella sensazione, ma che mi succede? Era l’ultima volta che ho sentito quei vermi nello stomaco. Ed era anche l’ultima volta che dopo tutti quei vermi mi hanno lasciata lì. Sola.

Acque in cui sono già naufragata. Non sono annegata, non mi uccideranno ora.

Dicembre 29th | reblog

Oggi avevo troppe cose da poter fare, quindi ho deciso di perdere tempo facendo un test dell&#8217;alcolismo (due, per la cronaca).

Beh? Ma come siamo drastici insomma dai.

Dicembre 28th with 1 nota | reblog

Tutti i nodi vengono al pettine.

Ieri era esattamente un anno dal 27 dicembre 2012, ossia giorno in cui mi sono ubriacata di pomeriggio, poi di sera mi era un po’ passata e ho bevuto di nuovo, e ho importunato la rockstar.

Dicembre 28th | reblog

Ho sostituito la mia lucina verde da notte con il caricatore del cellulare, solo per poter messaggiare qualche minuto in più con lui. Perché preferisco il buio della stanza al buio della mia anima, e lui riesce a illuminarla perfettamente.

Dicembre 27th with 2 note | reblog

Ti prego, prendimi via da tutto. Voglio respirare tranquilla per un minuto, un’ora, quanto vuoi. Ho bisogno di qualcuno che non mi faccia spaccare il culo quando decido di fidarmi, rilassarmi e sedermi. E ho il culo pieno di lividi, farà male e farò fatica, ma voglio che tu sappia che voglio dimostratelo.

Dicembre 27th with 2 note | reblog